previous arrow
next arrow
Slider

In another country

san colombano-u10593Domenica 2 dicembre 2012  12.00
Visita guidata ai più importanti monumenti dell'antico borgo agricolo di SAN COLOMBANO AL LAMBRO, un exclave della provincia di Milano, accompagnati dalla nostra socia dott.ssa Elisa Curti banina DOC.

Ritrovo alle ore 12,00 presso Trattoria Giardino, via Mazzini, 75 oppure ore 14,30 presso la torre d’ingresso del Castello Belgioioso. La quota di partecipazione è di 10€, 5€ per i soci Art9. Il pranzo è su prenotazione. Elisa Curti, ci porterà alla scoperta dei raffinati ambienti del Castello e la Chiesa parrocchiale che ospita stacchi di affreschi dell’artista  Bernardino Campi eseguiti tra il 1576 e il 1581 per l’oratorio certosino del Castello andato distrutto. Proseguiremo con la scoperta dell’oratorio di San Rocco degli architetti Battagio e Amadeo, d’impostazione bramantesca. Il monumento più significativo che andremo a visitare sarà il Castello Belgioioso. Di origine longobarda, fu distrutto e riedificato dall'imperatore tedesco Federico Barbarossa nel 1164 ed in seguito ampliato dai Visconti. Fu dotato di una forma architettonica molto particolare, caratterizzata dalla divisione tra la rocca militare e il ricetto adibito alle esigenze abitative e dalle mura di cinta che seguono l'andamento collinare sfruttando il pendio per esigenze difensive. Nel 1353 vi si trattenne il Petrarca, che in una sua lettera decanta la splendida vista che si poteva godere dai colli di San Colombano: il soggiorno del poeta, ospite di Giovanni Visconti, arcivescovo di Milano, è ricordato da una lapide posta sulla torre d'ingresso del castello.
Nel 1396 la struttura fu assegnata dal duca di Milano Gian Galeazzo Visconti all'ordine certosino, impegnato nella costruzione della grandiosa Certosa di Pavia. I certosini, dapprima usufruttuari e poi proprietari del castello, rimasero una presenza fissa fino alla loro soppressione nel 1782. La fortificazione, per volere dell'imperatore Giuseppe II d'Austria, fu allora affidata alla famiglia Barbiano Belgioioso, che compì diversi interventi di restauro. Dopo la  morte dell'ultima proprietaria nel 1951, ci fu un periodo di declino, con frequenti passaggi di proprietà. Tutt'oggi la rocca è di proprietà privata, mentre la parte acquistata dal Comune negli  anni Ottanta del secolo scorso è visitabile, in particolare le sale nobili, di notevole bellezza e pregio, ed il parco circondato dalla cinta muraria.

Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie Leggi l'informativa estesa